Giardino degli Angeli ripresa aerea con drone intervento valorizzazione giardino inclusivo luoghi del cuore FAI

Il nuovo percorso inclusivo sarà inaugurato a settembre.

 

Il Giardino degli Angeli di Castel San Pietro Terme (BO) è un’oasi di bellezza e serenità, nato dalla collaborazione spontanea di un gruppo di volontari che se ne prende cura ogni giorno. Il parco urbano, ricco di fiori e piante, fu realizzato in memoria di Sara, scomparsa nel 2006, all’età di 14 anni, a causa di una malattia metabolica congenita ed è oggi dedicato a tutti i bambini che ci hanno lasciato. Accessibile liberamente e gratuitamente, è anche sede di tante iniziative ludiche e culturali che hanno lo scopo di sostenere progetti riguardanti le malattie pediatriche più gravi e/o rare e di sensibilizzare le persone su questi temi. 

Nel 2020 il Giardino raccolse ben 6.815 voti grazie alla passione e all’amore del Comitato “Gli Amici del Giardino degli Angeli” che scelse di candidarlo alla decima edizione de “I Luoghi del Cuore”, censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo, per farlo conoscere a sempre più persone. A seguito di questo importante risultato, l’Associazione “Il Giardino degli Angeli ODV” ha potuto partecipare al bando che il FAI lancia dopo ogni edizione del censimento, presentando un progetto di valorizzazione per il Giardino che è stato valutato idoneo e finanziato dal Fondo per l’Ambiente Italiano e da Intesa Sanpaolo con un contributo di 9.000 euro. Un intervento innovativo, che prende avvio in questi giorni e che permetterà di arricchire ulteriormente questo luogo emotivamente denso di significato, promuovendone il suo aspetto più naturale quale risultato di un rapporto imprescindibile tra uomo e natura e ampliandone il pubblico. Verrà infatti realizzato un percorso dedicato ai disabili visivi e uditivi, progettato con la collaborazione dell’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza di Bologna.

Il progetto “Il Giardino per tutti”

Molti sono gli interventi previsti per rendere il Giardino degli Angeli “fruibile da tutti”. In prossimità dell’ingresso verrà posizionata una mappa tattile provvista di beacon, piccoli trasmettitori a bassa frequenza che permettono di interagire con le persone comunicando con loro quando sono in prossimità dei dispositivi. Attraverso questi dispositivi tecnologici, i visitatori potranno ascoltare la storia del Giardino raccontata da Sara, dal suo papà e dal giardiniere che lo ha realizzato. 

I racconti prenderanno vita grazie alla voce dell’attore e narratore professionista Alfonso Cuccurullo e della giovane Michelle Lamieri.

Il percorso sarà valorizzato anche dall’installazione di quattro mappe tattili disposte in prossimità delle diverse ambientazioni del Giardino: la “Campagna”, il “Giardino segreto”, la “Montagna” e il “Bosco”. Queste quattro aree verranno raccontate, attraverso i dispositivi di comunicazione digitale, mettendo in luce le curiosità e i simbolismi presenti in questi angoli naturalistici e saranno inoltre illustrate scientificamente le piante e gli alberi, con descrizioni ricche di dettagli e di curiosità.

Si potrà anche usufruire di un percorso botanico, grazie alle oltre cinquanta “farfalle parlanti” in alluminio posizionate in modo da approfondire la conoscenza di ogni singola pianta.  

L’obiettivo dell’Associazione “Il Giardino degli Angeli ODV” è di terminare e restituire al pubblico il nuovo percorso inclusivo del Giardino durante il “Settembre Castellano” 2022, manifestazione molto sentita sul territorio, in occasione della quale la città di Castel San Pietro Terme accoglie tanti visitatori.

Queste le parole di Federica Armiraglio, Responsabile del progetto FAI “I Luoghi del Cuore”: “Il FAI ha scelto di sostenere insieme a Intesa Sanpaolo il progetto presentato dall’Associazione ‘Il Giardino degli Angeli ODV’, per il grande valore sociale nato da una comunità che ha scelto di trasformare un luogo non gestito in uno spazio vivo a disposizione di tutti e per la volontà di prendersi cura delle persone attraverso l’ambiente, di cui l’uomo è responsabile e che anche il FAI promuove attraverso la sua attività quotidiana. In questo luogo, attraverso il tema della “cultura della natura” si è posto un obiettivo importante di educazione, finalizzato all’inclusione. Il progetto, portato avanti con serietà e passione dai volontari dell’associazione, ha assunto maggiore valore grazie alla collaborazione dell’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza di Bologna, nello studio dei percorsi e dei supporti alla visita.” 

Soddisfatta e grata Antonella Turrini, Presidente dell’Associazione “Giardino degli Angeli ODV”: “L’idea di questo progetto è quella di rendere ancora più inclusivo il Giardino degli Angeli. Fin dall'inizio abbiamo pensato questo luogo senza barriere architettoniche e ci teniamo molto che il percorso sia completamente fruibile da tutti, anche in assenza delle guide. Si ringraziano tutte le amiche e gli amici che ci hanno supportato, votando il Giardino al decimo censimento ‘I Luoghi del Cuore’. Grazie al risultato ottenuto e al finanziamento messo a disposizione dal FAI e da Intesa Sanpaolo sarà ora possibile realizzare questo significativo progetto.” 

In una di queste panchine, all'ombra del corniolo, ci ritroveremo ogni volta che ne avremo voglia. Ti abbraccio Beatrice.
-- Beatrice