Ecco l'ultima perla entrata nello scrigno del Giardino degli Angeli.
Una scultura in bronzo trattato ed un "percorso" di formelle in ceramica dipinte.
Un'opera importante che l'artista bolognese Bartolomeo Scorpio ci ha donato, dopo essersi innamorato del Giardino e della sua storia.
Un lavoro dove tutto parla di Sara e della sua vita: un percorso difficile, doloroso ma bello e intenso che si è sublimato in qualcosa di grande, rivolto verso l'Alto...
Scorpio non ha mai conosciuto Sara, ma ha saputo interpretare la sua storia con pochi tocchi essenziali: una dote tipica di chi possiede la sensibilità dell'artista.
Da parte nostra un grande ringraziamento di cuore a Bartolomeo Scorpio e a tutta la sua famiglia, anche da parte di tutti coloro che verranno a visitare il Giardino e potranno ammirare questo gioiello!
 
Mancano le parole, rimane lo stupore e l'emozione per avere percepito il tocco degli angeli
-- Fulvia