Lasciate un commento.

Commenti

Looking forward to seeing the garden of angels next time we come to Italy!
Grazie di avermi reso parte di un atomo di bellezza. Davide
quello che avete realizzato è bellissimo,complimenti,avete creato un angolo di Paradiso dove sarà ancora possibile tenere per mano chi non è più con noi.
spesso il dolore avvicina le persone nel sentimento vero e umano più di quanto possa fare il denaro, il potere,il prestigio.Le persone care lasciano un vuoto incolmabile,indaffarati come siamo,affanosamente cerchiamo di riempire quel vuoto insopportabile. Ma il ricordo ci deve dare la forza per vivere pienamente i sentimenti, creare luoghi sereni e limpidi come il Giardino degli Angeli,dove rilassarsi e rigenerarsi,cercando di riflettere su quali sono le cose importanti da realizzare e quali ridimensionare. Il dolore spesso è un alleato che accorcia le distanze ed unisce più delle diversità. Apprezzo molto l'iniziativa e il significato di questo luogo che non conoscevo e passando accanto ad esso si viene colti dalla magia del posto . Un prezioso complimento per l'idea, un bacio a chi non c'è più.
Da chi lo ha visto nascere e prendere forma, prima nei vostri pensieri e poi con tanto impegno da parte di tante persone Siete riusciti a creare qualcosa di "speciale", come lo era Sara, e come siete voi....
Perdere un figlio è quanto di peggio possa accadere. Vi ammiro, perché voi avete avuto la forza di realizzare un bellissmo progetto in memoria di Sara.
Far nascere la vita dalla morte, dal ricordo doloroso, dalla sofferenza, dal dolore che ti accompagna ogni giorno e che diventa parte di te stesso e che ti accorgi non riuscirai più a farne a meno, mentre il mondo continua a evolvere o a involvere e le stagioni si trasformano e il giorno diventa notte e la notte giorno. E' la scommessa della vita, in fondo: continuare a vivere nonostante la morte che si ha nel cuore o il desiderio inespresso "dell'altra vita felice" così come la chiamano Antonella e Valerio in uno scritto che hanno inviato. Anche io ho perso un figlio,Paolo, uno di questi angeli a cui questi carissimi amici hanno voluto dedicare il giardino ed ora so che in ogni momento, in ogni luogo, dovunque sia, su una panchina di quel giardino qualcuno trascorrerà le sue giornate o le aiuole sboccieranno in primavera o i bambini giocheranno nel prato e la vita continuerà a partorire gioie e dolori, inesorabilmente. Mi avete fatto un grande regalo, oggi, ma non solo a me, lo so per certo; a Paolo, a Sara a tanti altri bambini che come loro hanno combattuto una battaglia troppo grande, ma che non hanno perso. Perchè la morte non vince, mai. Lorella
A tutti gli angeli che ci guardano dal cielo Non mi resta che amarti! Il tempo sembra essersi fermato sull' immagine di te, dolce ricordo eterno. Vivi nel mio cuore, ne fai parte come il mio battito, come il mio respiro. Il tuo ricordo è in me, non mi abbandona! La tua dimora è nella mia mente difesa da muri alti,protetti da spine che graffiano le pareti del mio cuore, lo fanno sanguinare. Il dolore delle spine è sopportabile, la tua assenza,no! Con immenso affetto abbraccio tutti coloro che hanno dovuto salutare per sempre e troppo presto i propri dolci pargoletti e tanti complimenti per il coraggio dimostrato,grazie per avermi reso partecipe!
In una di queste panchine, all'ombra del corniolo, ci ritroveremo ogni volta che ne avremo voglia. Ti abbraccio Beatrice.
Antonella e Valerio, Vi ringraziamo per questo meraviglioso giardino che avete donato a tutta la comunità di C.S.P.T. Dopo questa bellissima serata che ci ha dato tante emozioni, lo sentiamo veramente anche un po' nostro. Questa splendida realizzazione, risultato del tanto impegno ma soprattutto di tanto amore, questa sera ha compiuto qualcosa di speciale: ci ha fatto sentire profondamente partecipi del vostro dolore, ci siamo sentiti assieme a voi orgogliosi di questo angolo di natura, abbiamo vissuto con voi la tenerezza del ricordo di Sara, e con noi tutte le persone presenti. Insomma siete riusciti a farci sentire una vera comunità che condivide le stesse emozioni ed i medesimi sentimenti. Questo non accade facilmente. Grazie Laura e Sergio
Grazie a questi genitori coraggiosi che hanno fatto scaturire dal loro immenso dolore questo bellissimo giardino. Anche io ho un angioletto in cielo si chiama Michele e ha lasciato questo mondo proprio nel momento in cui avrebbe dovuto entrare a farne parte. Un giorno potremo riabbracciare tutti i nostri angeli e giocheremo con loro nei giardini del cielo. Un abbraccio Mariangela
Vi ringrazio per aver creato un angolo così intimo, un luogo dove poter riflettere, una casa per i pensieri.
Mi si è stretto il cuore, nel varcare l'infinito. Seduto nel bosco, mi sono sentito un po' angelo, brividi d'amore hanno scosso anima e corpo. Quanta gente... quanta luce negli occhi commossi, il giardino si è illuminato a festa e angeli felici e increduli con sottile voce ci hanno trasportato in un mondo surreale, dove volare... è stato un po' come sognare
Avete fatto una cosa grandiosa.
Entra nel mio cuore e troverai pace, quella che la natura riesce a trasmettere; serenità, quella della musica mentre ti accompagna durante la tua permanenza; allegria, quella dei bambini mentre giocano sui prati; colori, quelli che caratterizzano le mille tipologie dei fiori presenti; natura, quella natura vera che distingue le varie zone che Dio ha saputo donarci e amore, tanto amore, quell'amore che si percepisce appena si varca l'ingresso di tutte quelle persone che hanno contribuito a realizzare un paradiso come quello del "Giardino degli angeli" e soprattutto quell'amore puro della famiglia di Sara. Avete creato un posto meraviglioso e da lassù il Vostro angelo sorride, felice per tutto quello che c'è dentro a questo cuore! Sonia
"In questo luogo, fino a due anni fa, c'era un prato"... adesso c'è un giardino. In questo paese, fino a due anni fa, c'era una bambina... adesso c'è un angelo. Chi non crede nei miracoli, guardi ed ammiri: una bambina ha guidato i suoi genitori, da un angolo d'erba ha suscitato l'incanto del Paradiso.
29 aprile 2008 8 anni sono passati da quando ci hai accompagnati davanti al Signore per il nostro Sì…..sei stata per noi come una piccola guida che ci apriva una nuova strada e, come un angelo, ci teneva per mano. Oggi sei con tutti gli angeli che ci proteggono, vegliano su di noi e ci guidano nella realizzazione di opere meravigliose come il giardino che mamma e papà hanno voluto realizzare con tutto il cuore. A noi piace pensare che in quel giardino gli angeli vengano a riposare e a portare conforto a chi passa per quel luogo speciale…..a noi piace immaginare che in “mezzo al cuore” Voi giochiate assieme e sento che Tu stai vegliando anche sui nostri angioletti che, con Te, hanno trovato il loro angolo di Paradiso. S. G. C.
Ho visto in TV il servizio sul giardino...una volta tanto la televisione è stata utile! ....dalle "macerie" di un dolore senza fine è nato questo giardino che è senza dubbio un piccolo angolo di paradiso. Complimenti!
Non ho molto da aggiugere ai sentimenti di solidarietà e di ammirazione: so solo che adesso che so che esiste un giardino creato con quello stesso sforzo che nel quotidiano tutti noi siamo chiamati a condividere, ora che so che esiste oltre alla verità che la vita continua anche la necessità di vederla crescere insieme alle piante di questo giardino, ora che so che la vs. testimonianza debba essere condivisa, io e i miei ragazzi ci prendiamo l'impegno di visitarlo quanto prima.
AVETE FATTO UNA COSA MERAVIGLIOSA E UTILE X TUTTI ! SPERO DI VENIRCI PRIMA POSSIBILE,ASSIEME ALLA MIA LIUDMILA. BACI A TUTTI VOI
Ho visto e "vissuto" il Giardino domenica scorsa... grazie per aver donato a tutti noi un angolo di Paradiso...
Carissimi Antonella e Valerio, quando entro nel Giardino degli Angeli penso che il significato vero della vita (chissà dove l'ho letto!) non sta affatto nel numero dei respiri che abbiamo fatto, ma nel numero dei momenti che il respiro ce lo hanno tolto. Qusto è quello che provo guardando l'emozione sempre nuova dei miei bimbi quando entrano nel Giardino, che sentono anche un pochino loro e non passa giorno senza che vi facciano una rasserenante passeggiata. Grazie, perchè così anche noi abbiamo potuto conoscere Sara.
il Giardino degli Angeli ora è anche un po' mio...è anche un po' di noi genitori di figli meteora... CIAO Sara ed un abbraccio ai tuoi genitori. (Serafina Delegato Regione Lombardia "Associazione CIAOLAPO Onlus" www.ciaolapo.it)
Grazie per questo luogo della memoria. Mi sono commossa. Mamma di una Meteora e associata di Ciaolapo Onlus. Simona
Grazie.... un angolo di Paradiso! E scusate i nostri bimbi.... un po' troppo.... diciamo cosi'.... esuberanti!!!!!
sara rimarrai sempre nel mio cuore...tu sei stata un'amica importante nella mia vita,hai lasciato un qualcosa di indescrivibile e meraviglioso nel mio cuore...anche se non sei più qui ,rivivi nei miei ricordi che sono incancellabili,mi hai trasmesso la tua immensa voglia di vivere... tu hai fatto parte della mia infanzia,mi hai colpito per la tua generosità,gentilezza,dolcezza...ti ho voluto,ti voglio e ti vorrò sempre bene...grazie per essermi stata amica.
Un dono meraviglioso a tutta la comunità, un angolo magico, dove potersi recare mano nella mano con i nostri bambini e respirare tutto l'amore con cui questo progetto è stato creato.
ciao ho visitato per la prima volta il giardino questo pomeriggio. una meraviglia: per la qualità, per il sentimento di umanità e solidarietà che si respira. davvero complimenti di cuore
Sara// Silenti … i Sibili del vento/ lambiscono intrecci di rami anneriti/ tra voli palpitanti di farfalle// Attraverso i viali del Giardino Incantato/ avvolta da sensazioni indicibili/ In un tripudio di colori vocianti// Rapita dalle magiche Armonie dei sogni proibiti,/ rivivo incantevoli istanti di un insperato prodigio// Anelanti fragranze di effluvi odorosi/ S’abbarbicano a brandelli di cielo al tramonto/ Mentre nell’aria si stemperano i colori della Vita// … fruscii di parole non dette/ … sussulti di armonie arcane/ … aliti di sogni rapiti/ Per rinascere ancora …
23/7/ ‘08//Nella speranza di farvi cosa gradita, Vi lascio queste parole suggeritemi dalla Vostra vicenda, dalla Bellezza del Vostro giardino e dal coinvolgimento emotivo che mi ha colto l’aver conosciuto indirettamente il Vostro Angelo.// Franca Tosi // Il viaggio// Il principio:// Sotto l’arcata di un cielo sbiadito/ sei giunta spalancando, tremule, le tue braccia alla Vita,// Attraverso quotidiani segni/ Hai regalato istanti d’Amore e di gioia,/ Senza domandare nulla in cambio// Come arcobaleno di luce/ Hai riempito cuori,/ con i tuoi abbracci turgidi di felicità.// I tuoi occhi, polle di rugiada mattutina,/ hanno schiuso al mondo un’Alba nuova.// Forgiato di petali odorosi,/ il tuo incarnato pallido / ha esalato al mondo fragranze di brezza alpina.// La vita:// I tuoi sorrisi di elfo/ Hanno pervaso giorni densi di Amore// Con la tavolozza dei tuoi Colori baluginanti/ Hai affrescato gli attimi quotidiani dell’esistenza// I Tuoi giorni … ,/ Fugaci parvenze di gioia / Intessute di vitalità. // Il Tramonto:// Ora, dai sinuosi dedali dell’Empireo,/ esali la Tua Pace buona/ suggerendoci atmosfere surreali di Quiete.// Le nostre Illusioni affastellano i tuoi sogni immaturi, / Intrecciando pensieri innocenti a pure Speranze di ETERNO.//

Pagine

Cari Antonella e Valerio, che emozione tornare al Giardino di Sara e di tutti gli Angeli e vederlo sempre più bello sempre più poetico (e quest'anno, anche premiato per la sua bellezza)....ringrazio il vostro cuore, per aver saputo creare un porto sicuro per tanti genitori in balia del dolore. Con affetto, Claudia
-- Claudia