I suoni degli angeli

La Rassegna “I SUONI DEGLI ANGELI” nasce quasi per caso nel 2011: lo scopo è quello di raccogliere fondi organizzando eventi di alto livello: un momento di divertimento per gli spettatori può essere l’occasione di sostenere i progetti dell’Associazione.

Il Giardino degli Angeli si è rivelato un teatro all’aperto unico nel suo genere, con un’atmosfera particolarissima che stupisce sia il pubblico, sia gli Artisti che aderiscono al Progetto.
Colpiti dal luogo e dalla storia che è all’origine del Giardino, diversi Artisti anche di fama nazionale hanno accettato di esibirsi al suo interno:

Francesco Guccini, Eugenio Finardi, Niccolò Fabi, Fabio Concato, Alberto Fortis, Claudio Lolli, Francesco Sarcina, Ivano Marescotti e tanti altri hanno contribuito al successo della Rassegna.  

Questi scatti fotografici raccontano alcuni dei momenti più significativi ……

E per tutto il resto visitate il sito http://www.isuonidegliangeli.it/

 

 

Francesco Guccini
Eugenio Finardi
Alberto Fortis
Ivano Marescotti
Francesco Sarcina
Attenti a Noi Due e Pippo Santonastaso
Blue Penguin
Cecilia
Cristiano Cremonini, Iskra Menarini e Tiziana Quadrelli
Duo Idea
Duo Telyn
Filippo Graziani
Fio Zanotti, Cristiano Cremonini e Nearco
Gianluca Fantelli e Alberto Despini
Il Pubblico de Il Suono Degli Angeli
Khorakhanè
Lala Mc Callan
Massimo Priviero
MIcroband
Niccolò Fabi
Andrea Segrè
Saule Kilaite
Silvia de Santis & New Classic
Stefano Nosei
Tiziana de Masi
Vito
spesso il dolore avvicina le persone nel sentimento vero e umano più di quanto possa fare il denaro, il potere,il prestigio.Le persone care lasciano un vuoto incolmabile,indaffarati come siamo,affanosamente cerchiamo di riempire quel vuoto insopportabile. Ma il ricordo ci deve dare la forza per vivere pienamente i sentimenti, creare luoghi sereni e limpidi come il Giardino degli Angeli,dove rilassarsi e rigenerarsi,cercando di riflettere su quali sono le cose importanti da realizzare e quali ridimensionare. Il dolore spesso è un alleato che accorcia le distanze ed unisce più delle diversità. Apprezzo molto l'iniziativa e il significato di questo luogo che non conoscevo e passando accanto ad esso si viene colti dalla magia del posto . Un prezioso complimento per l'idea, un bacio a chi non c'è più.
-- Anonimo