Chi siamo

"Dal più atroce dei dolori è nato un Giardino speciale che regala Speranza a bambini in difficoltà".
Siamo un Giardino unico nel suo genere, perché attraverso le piante e le ambientazioni si scoprono sentimenti e valori.
Siamo un'Associazione di volontariato che promuove e/o sostiene progetti concreti rivolti a bambini malati.

Malattie rare

Si ritiene che le malattie metaboliche ereditarie o congenite siano patologie rare, questo è vero se vengono considerate singolarmente, ma in realtà sono molto più frequenti se valutate per gruppi. Si conoscono ad oggi più di 500 tipi di Malattie Metaboliche Ereditarie. In Italia nasce un bambino affetto da una Malattia Metabolica Ereditaria ogni 500 nati. Abbiamo toccato con mano il mare dei bisogni di questi bimbi e delle loro famiglie, le difficoltà di cura e l'esito a volte infausto : continuiamo a cercare di portare la nostra goccia in questo mare.

Piante

Non ci tratta di piante esotiche o rarità, ma semplicemente di piante che vogliono raccontare una storia, assemblate per avere una successione temporale di fioriture.
Bulbose, cespugli fioriti, fioriture annuali e perenni, alberi dai fogliami autunnali con diverse colorazioni, tutto concorre ad ammirare la forza e la bellezza della natura nelle varie stagioni.

Attività

Il Giardino degli Angeli nasce dal desiderio di un papà e dalla collaborazione spontanea di tante persone. Ora l'attività consiste nella cura del Giardino inteso come spazio verde e come sede di iniziative ludiche, culturali, musicali il cui scopo ultimo è quello di sostenere progetti riguardanti le malattie pediatriche più gravi e/o rare.

Premio "La città per il verde"

Venerdì 11 settembre 2009,il Giardino degli Angeli è stato premiato a Padova con una menzione speciale nell'ambito del concorso nazionale "La città per il verde", giunto alla sua decima edizione, nella categoria COMUNI da 15.000 a 50.000 abitanti.
"La giuria conferisce una menzione speciale al Comune di Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna, per la spontanea iniziativa di un gruppo di cittadini, accomunata da un sentire comune che ha permesso la trasformazione di un'area a prato incolto pianeggiante in un giardino didattico-ricreativo. Da sottolineare il notevole risultato raggiunto..."

Dona il 5 per mille al Giardino degli Angeli

Se vuoi sostenere il Giardino degli Angeli, se ti riconosci nelle attività svolte finora, se ti fa piacere che ci sia un legame con il territorio e le sue associazioni, se ti fa piacere partecipare a progetti finalizzati a una migliore cura delle cosiddette malattie rare come le malattie metaboliche congenite...

entra nel giardino online
Area A - Campagna Area B - Giardino Segreto Area C - Montagna Area D - Bordo Lago Area D - Bordo Lago Area E - Lago Area F - Bosco Area G - Aiuole ingresso Area H1 - Aiuola Poncirus Area H2 - Aiuola Buddleje Area H3 - Aiuola Sasso

Chiudiamo questa Festa di compleanno virtuale con la Fiaba "Il Giardino degli Angeli" di Giorgia Bottazzi, interpretata da Alfonso Cuccurullo, realizzazione video di Fabio Avoni.

 

"Ho scritto la fiaba della nascita del Giardino degli Angeli per varie ragioni. 
Da sempre adoro...
leggi tutto
Tredici anni fa, il 19 aprile, dopo 2 anni di lavoro il Giardino degli Angeli veniva inaugurato e aperto al pubblico. Per il secondo anno consecutivo non si è potuto festeggiare come di consueto questo appuntamento a causa della pandemia.
La nostra pagina Facebook...
leggi tutto
Da domani, sabato 10 aprile, dalle ore 9,30...
leggi tutto
Dopo l'annullamento dello scorso anno causa...
leggi tutto
Carissimi Antonella e Valerio, quando entro nel Giardino degli Angeli penso che il significato vero della vita (chissà dove l'ho letto!) non sta affatto nel numero dei respiri che abbiamo fatto, ma nel numero dei momenti che il respiro ce lo hanno tolto. Qusto è quello che provo guardando l'emozione sempre nuova dei miei bimbi quando entrano nel Giardino, che sentono anche un pochino loro e non passa giorno senza che vi facciano una rasserenante passeggiata. Grazie, perchè così anche noi abbiamo potuto conoscere Sara.
-- Beatrice