Loropetalo

Nome latino: 
Loropetalum Chinense
Famiglia: 
Hamamelidaceae
Originario dell’Asia, si tratta di una pianta sempreverde a crescita lenta, di medie dimensioni: raggiunge infatti i 2/3 metri di altezza ed ha un portamento allargato, raggiungendo anche i 3 metri di larghezza. Presenta foglioline piccole e ovali di colore verde o rosse (nel Giardino degli Angeli sono presenti entrambe le varietà). In primavera questi arbusti si trasformano in una splendida macchia colorata, grazie all’abbondante fioritura di colore rosa acceso. Adatto per macchie nei giardini o anche come siepe.
Italiano
Coltivazione: 
Malattie Parassiti Avversità: 
Generalmente i Loropetali non vengono attaccati né da parassiti, né da malattie. In caso di innaffiature troppo abbondanti o ristagni idrici, sono soggetti naturalmente al marciume radicale. 
 
Uso in cucina: 
Proprietà terapeutiche: 
Curiosità: 
il Loropetalo deve il suo nome dalla forma dei fiori e viene dal greco loron (frangia) e petalon (petalo) e significa appunto “Fiore di frangia”.
 
Zone del Giardino in cui si trova: 
Sara// Silenti … i Sibili del vento/ lambiscono intrecci di rami anneriti/ tra voli palpitanti di farfalle// Attraverso i viali del Giardino Incantato/ avvolta da sensazioni indicibili/ In un tripudio di colori vocianti// Rapita dalle magiche Armonie dei sogni proibiti,/ rivivo incantevoli istanti di un insperato prodigio// Anelanti fragranze di effluvi odorosi/ S’abbarbicano a brandelli di cielo al tramonto/ Mentre nell’aria si stemperano i colori della Vita// … fruscii di parole non dette/ … sussulti di armonie arcane/ … aliti di sogni rapiti/ Per rinascere ancora …
-- Franca Tosi